Diario di una settimana cruidista giorno #1

Dopo qualche giorno di preparazione, in cui ho aumentato notevolmente la quantità di cibo crudo rispetto al solito, lunedì è finalmente iniziata la prova che aspettavo da un po’, è stato il primo giorno della settimana crudista,  che spero diventi una vita crudista!

Negli anni ho più volte tentato di prendere questa strada, ma sono poi sempre tornata al cotto non riuscendo a mangiare a sufficienza per garantirmi le calorie necessarie per stare bene, infatti frutta e verdura hanno una densità calorica molto inferiore ai cibi che siamo abituati a mangiare, cereali legumi ma soprattutto cibi grassi richiedono volumi relativamente piccoli di cibo ed il mio stomaco, non è mai stato pronto a simili porzioni. Questa volta però sembra andare un po’ meglio, negli ultimi mesi ho aumentato molto le mie porzioni anche di cotto, eliminando i grassi aggiunti e mangiando per lo più cereali integrali e verdure cotte eliminando i grassi, questo ha aiutato.

Durante il mio 1° giorno crudo non sono riuscita a mangiare nemmeno la metà delle dosi di insalata consigliate, ma con la frutta invece sono andata quasi a pari e dopo tutto le calorie arrivano da lì,  quindi mi sono sentita sazia tutto il giorno, ho assunto 1600 kcal che sono perfette per il mio metabolismo e fabbisogno, non ho avvertito quasi mai fame o, come mi era successo in passato, cali di pressione, giramenti di testa etc. Ho avuto molta energia, sono andata anche a fare la mia prima corsetta, mista a camminata (molto più camminata che corsa, ma è un primo inizio).

Oltre a sentirmi più energica ho riscontrato subito un enorme beneficio, ovvero è scomparso immediatamente il gonfiore addominale che mi affligge perennemente, ho grandi difficoltà a digerire quasi tutti i cibi  cotti e questo mi causa spesso acidità reflusso e gonfiore, con questo tipo di alimentazione invece la digestione è immediata, in quanto il cibo crudo  vivo è ricco di enzimi che facilitano la digestione, inoltre ci si nutre molto di più perché tutte le sostanze nutritive rimangono disponibili ed assimilabili, mentre con la cottura vendono distrutte.

La mia giornata è stata scandita da abbondanti pasti così suddivisi:

  • 1a Colazione spremuta di 5 arance
  • 2a Colazione frullto di 2 banane e 2 kiwi (abbinamento non ideale per l’igienismo in quanto non si dovrebbe muschiare frutta dolce e frutta acida,  ma avevo finito le mele)
  • Pranzo Rawsotto di sedano rapa, per la ricetta cliccare qui
  • Merenda 5 mandarini
  • Aperitivo 2 kiwi e 1 melograna
  • Cena insalatona con lattuga, radicchio, finocchio, sedano, mela, arancia, melograno, avocado, succo di limone, capperi

Il rawsotto è stato una grande scoperta, di una bontà unica, da provare assolutamente!! E di sicuro lo riproporremo in una delle nostre cene Home Restaurant.

Nei prossimi giorni pubblicherò l’evolversi di questa prova ed altre sfiziose ricette!

Rawsotto.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...